Direttiva CPD 89/106/CEE - Presunzione di conformita' CE

I prodotti che rispettano le Norme Nazionali di trasposizione delle Norme Armonizzate, i cui riferimenti siano stati pubblicati sul Giornale Ufficiale delle Comunità Europee, si presume rispettino i corrispondenti requisiti essenziali.

Qualora un produttore non abbia applicato, od abbia soltanto parzialmente applicato tali Norme, è tenuto a documentare le misure adottate e la loro adeguatezza per rispondere ai requisiti essenziali.

Riguardo a tale fondamentale elemento la CPD differisce dalle altre direttive di Nuovo Approccio, in quanto per specificare i requisiti essenziali applicabili alle “Opere”, e per stabilire una correlazione con l’idoneità all’impiego dei prodotti da costruzione, la CPD provvede attraverso la stesura dei documenti interpretativi.

Lo scopo di tali Documenti è quello di definire un collegamento tra i requisiti essenziali (con classi e livelli di prestazione indicati per ogni Requisito) ed i “Mandati” per le “Specificazioni Tecniche” che devono essere messe a punto ed adottate dai competenti Organismi Europei di normazione, il CEN in particolare, allo scopo di caratterizzare i prodotti, e quindi di facilitare una corretta applicabilità della direttiva.

Per gli scopi della CPD, si intendono per “Specificazioni Tecniche Europee”:

- Le Norme Armonizzate adottate dal CEN (o dal CENELEC, in un numero minimo di casi, in genere di interfaccia impiantistico) su Mandato conferito dalla “Commissione Europea”;

- I Benestare Tecnici Europei (ETA) rilasciati a quei prodotti per i quali non sono disponibili Norme Armonizzate o Specificazioni Tecniche Nazionali riconosciute o quando la Commissione considera che una Norma non può, o non può ancora, essere preparata (per esempio, ma non esclusivamente, nel caso di prodotti innovativi) o per quei prodotti che presentino deviazioni significative rispetto a quelli considerati dalle Norme Armonizzate.

Direttiva CPD 89/106/CEE - Presunzione di conformità CE

 

Verifiche di conformità macchine industriali