Nuovo Approccio - Conformita' alle direttive - Norme armonizzate

Le norme armonizzate sono norme europee adottate dagli organismi europei di normalizzazione, preparate in base agli orientamenti generali adottati dall Commissione e dagli organismi europei di normalizzazione e vengono preparate su mandato della Commissione, previa consultazione degli Stati membri.

Ai sensi del nuovo approccio si ritiene che esistano norme armonizzate quando gli organismi europei di normalizzazione presentano formalmente alla Commissione le norme europee elaborate o individuate in conformità del mandato.

La direttiva 98/34/CE definisce la norma europea come una specificazione tecnica approvata da un organismo europeo riconosciuto ad attività normativa, per applicazione ripetuta o continua, la cui osservazione non sia obbligatoria. In base ai regolamenti interni di questi organismi le norme europee devono essere recepite a livello nazionale: ciò significa che devono essere disponibili come norme nazionali in maniera identica e che tutte le norme nazionali in conflitto con esse devono essere abrogate entro un determinato periodo di tempo.

Le norme armonizzate non rappresentano una categoria specifica tra le norme europee. La terminologia impiegata nelle direttive di nuovo approccio è una qualifica giuridica delle specificazioni tecniche esistenti come norme europee, alle quali tuttavia viene attribuito un significato particolare dalle direttive in questione. Le norme armonizzate mantengono il loro carattere di volontarietà nell’ambito delle direttive di nuovo approccio.

La Commissione invita formalmente con un mandato gli organismi europei di normalizzazione a presentare norme europee, previa consultazione del comitato istituito dalla direttiva 98/34/CE e, in alcuni casi, del comitato settoriale istituito dalla direttiva in questione. Per raggiungere un consenso all’interno del comitato di cui alla direttiva 98/34/CE, è necessaria un’ampia consultazione delle autorità settoriali competenti a livello nazionale. Il mandato rappresenta pertanto una forte indicazione delle aspettative delle autorità pubbliche.

Gli organismi europei di normalizzazione prendono ufficialmente posizione sui mandati della Commissione nel rispetto dei loro regolamenti interni: l’accettazione del mandato e il successivo piano di lavoro degli organismi in questione dà inizio allo status quo definito nei regolamenti interni degli organismi e nella direttiva 98/34/CE.

L’elaborazione e l’adozione di norme armonizzate si rifanno agli orientamenti generali di cooperazione tra gli organismi europei di normalizzazione e la Commissione firmati il 13 novembre 1984. Essi contengono una serie di principi e impegni riguardo la normalizzazione, quali la partecipazione di tutte le parti interessate (ad esempio fabbricanti, associazioni di consumatori e rappresentanti sindacali), il ruolo delle amministrazioni pubbliche, la qualità delle norme e un’applicazione uniforme delle norme in tutta la Comunità.

Gli organismi di normalizzazione europei hanno il compito di individuare ed elaborare norme armonizzate ai sensi del nuovo approccio e di presentare alla Commissione un elenco delle norme armonizzate adottate; gli organismi stessi sono inoltre interamente responsabili del contenuto tecnico delle norme. Dopo che le autorità pubbliche hanno approvato un mandato, la ricerca delle soluzioni tecniche dovrebbe, in teoria, spettare alle parti interessate; per alcuni settori quali l’ambiente, la salute e la sicurezza, è importante che le autorità pubbliche partecipino al processo di normazione a livello tecnico.

Le direttive del nuovo approccio non prevedono tuttavia una procedura che consenta alle autorità pubbliche di verificare o approvare, a livello comunitario o nazionale, il contenuto delle norme armonizzate adottate secondo le garanzie procedurali del processo di normazione. Il contatto tra gli organismi di normalizzazione e le autorità, compresa eventualmente la loro partecipazione al processo di normazione, dovrebbe tuttavia garantire che i termini del mandato vengano compresi correttamente e che le preoccupazioni pubbliche vengano tenute in debita considerazione nel corso del processo stesso.

Gli organismi europei di normalizzazione non sono obbligati a presentare norme inedite quali norme armonizzate, ma possono ricorrere anche a norme esistenti se, previo esame ed eventuale revisione, ritengono che queste soddisfino i termini del mandato, o ancora possono modificare norme esistenti per conformarle ai suddetti termini. Analogamente, possono individuare norme internazionali o nazionali e adottarle come norme europee, presentandole alla Commissione come norme armonizzate.

Una norma armonizzata deve corrispondere ai requisiti essenziali della direttiva attinente. Una norma europea può contenere disposizioni relative ai requisiti essenziali e ad altre disposizioni; in tal caso, queste ultime vanno nettamente distinte da quelle relative ai requisiti essenziali. Una norma armonizzata, inoltre, non riguarda necessariamente tutti i requisiti essenziali: in tal caso spetta al fabbricante utilizzare altre specifiche tecniche pertinenti per soddisfare tutti i requisiti essenziali della direttiva interessata.

Procedura di normalizzazione nell’ambito del nuovo approccio

  1.  Viene preparato un mandato, previa consultazione degli Stati membri.
  2. Il mandato viene trasmesso agli organismi europei di normalizzazione.
  3. Gli organismi europei di normalizzazione accettano il mandato.
  4. Gli organismi europei di normalizzazione elaborano un programma (congiunto).
  5. Il comitato tecnico prepara un progetto di norma.
  6. Gli organismi europei di normalizzazione e gli organismi di normalizzazione nazionali organizzano un’indagine pubblica.
  7. Il comitato tecnico prende in esame i commenti pervenuti.
  8. Gli organismi di normalizzazione nazionali votano/gli organismi europei di normalizzazione ratificano.
  9. Gli organismi europei di normalizzazione inviano i riferimenti alla Commissione.
  10. La Commissione pubblica i riferimenti.
  11. Gli organismi nazionali di normalizzazione traspongono la norma europea.
  12. Le autorità nazionali pubblicano i riferimenti delle norme nazionali.

Nuovo Approccio - Conformità alle direttive - Norme armonizzate

 

Consulenza, applicazione e verifica delle norme di sicurezza conformi alle direttive ce