Nuovo Approccio - Campo di applicazione - Immissione nel mercato e messa in servizio

L’immissione nel mercato è l’atto iniziale che consente di mettere per la prima volta a disposizione un prodotto sul mercato. La messa in servizio coincide con il primo utilizzo del prodotto all’interno della comunità da parte dell’utilizzatore finale. 

Un prodotto deve essere conforme alle direttive di nuovo approccio applicabili quando viene immesso sul mercato comunitario per la prima volta e quando viene messo in servizio.

Gli stati membri:

non possono vietare, limitare o impedire l’immissione nel mercato e la messa in servizio di prodotti conformi alle direttive di nuovo approccio applicabili.

devono adottare tutte le misure necessarie per garantire che i prodotti vengano immessi nel mercato e messi in servizio solo se non pregiudicano la sicurezza e la salute delle persone o altri interessi disciplinati da direttive applicabili, se sono costruiti, installati, sottoposti a manutenzione e usati correttamente, secondo le finalità previste.

Immissione nel mercato

Le direttive del nuovo approccio sono destinate a garantire la libera circolazione dei prodotti conformi all’elevato livello di protezione stabilito nelle direttive applicabili. Gli Stati membri non possono, pertanto, vietarne, limitarne o impedirne l’immissione nel mercato; essi possono tuttavia, ai sensi del trattato CE (ad esempio degli articoli 28 e 30), mantenere o adottare disposizioni nazionali aggiuntive riguardanti l’uso di un prodotto particolare e destinate a proteggere i lavoratori o altri utilizzatori o a tutelare l’ambiente. Tali disposizioni non possono contemplare modifiche di un prodotto fabbricato conformemente alle direttive applicabili, né possono influenzarne le condizioni di immissione nel mercato.

Un prodotto è immesso sul mercato comunitario quando viene reso disponibile per la prima volta: ciò avviene quando un prodotto fuoriesce dalla fase di fabbricazione al fine di essere distribuito o utilizzato sul mercato comunitario. Inoltre, il concetto di immissione nel mercato riguarda ciascun singolo prodotto e non un tipo di prodotti, né è importante se sia stato fabbricato in esemplare unico o in serie.

Il prodotto viene trasferito dal fabbricante, o dal suo rappresentante autorizzato nella Comunità, all’importatore stabilito nella Comunità o alla persona responsabile di distribuire il prodotto nel mercato comunitario. Il passaggio può anche avvenire direttamente dal fabbricante, o dal suo rappresentante autorizzato all’interno della Comunità, al consumatore o utilizzatore finale.

Il prodotto si ritiene trasferito sia in caso di consegna fisica che di passaggio di proprietà; tale trasferimento può avvenire a titolo oneroso o gratuito e può basarsi su qualsiasi tipo di strumento giuridico: a titolo di esempio, si parla di trasferimento in caso di vendita, prestito, locazione, leasing e donazione.

Non si parla di immissione nel mercato se un prodotto:

  • viene ceduto da un fabbricante in un paese terzo al suo rappresentante autorizzato nella Comunità, che il fabbricante ha impegnato a garantire che il prodotto sia conforme alla direttiva interessata;
  • viene trasferito ad un fabbricante per ulteriori operazioni (ad esempio assemblaggio, imballaggio, lavorazione o etichettatura);
  • non viene immesso in libera circolazione dalle autorità doganali o viene sottoposto ad una diversa procedura doganale (ad esempio transito, deposito o importazione temporanea) o si trova in una zona franca;
  • viene fabbricato in uno Stato membro al fine di esportarlo in un paese terzo;
  • viene esposto in fiere, mostre o dimostrazioni, o si trova nei magazzini del fabbricante, o del suo rappresentante autorizzato stabilito nella Comunità, dove il prodotto non è ancora disponibile, se non disposto altrimenti nelle direttive applicabili.

Un prodotto presentato su catalogo o attraverso il commercio elettronico è ritenuto immesso sul mercato comunitario solo quando viene effettivamente messo a disposizione per la prima volta. Per rispettare le norme e i principi intesi ad evitare la pubblicità ingannevole, la mancata conformità di un prodotto destinato al mercato comunitario deve essere chiaramente indicata.

I prodotti devono essere conformi alle direttive “Nuovo approccio” applicabili e ad altre normative comunitarie al momento dell’immissione nel mercato. Pertanto, i prodotti nuovi fabbricati nella Comunità e tutti i prodotti importati da paesi terzi - siano essi nuovi o usati - devono rispettare le disposizioni delle direttive applicabili quando vengono messi per la prima volta a disposizione sul mercato comunitario.

Gli Stati membri hanno l’obbligo di garantire che ciò avvenga nel quadro della vigilanza del mercato.36 I prodotti usati che si trovano sul mercato comunitario godono della libera circolazione in base ai principi istituiti dagli articoli 28 e 30 del trattato CE

Messa in servizio
La messa in servizio di un prodotto coincide con il primo utilizzo dello stesso all’interno della Comunità da parte dell’utilizzatore finale; se il prodotto viene messo in servizio sul posto di lavoro, il datore di lavoro è considerato l’utilizzatore finale.

Al momento della messa in servizio i prodotti devono essere conformi alle disposizioni delle direttive di nuovo approccio applicabili e ad altre normative comunitarie.

Tuttavia, la verifica della conformità dei prodotti ed eventualmente della correttezza dell’installazione, della manutenzione e dell’uso ai fini previsti deve essere limitata, nell’ambito della vigilanza del mercato, ai prodotti:

  • che possono essere utilizzati solo dopo l’assemblaggio, l’installazione o altro tipo di manipolazione,
  • la cui conformità può essere influenzata dalle condizioni di distribuzione (ad esempio deposito o trasporto)
  • o che non vengono immessi nel mercato prima della messa in servizio (come i prodotti fabbricati per uso personale).

Gli Stati membri non possono vietare, limitare o impedire la messa in servizio di prodotti conformi alle disposizioni delle direttive applicabili. Ai sensi del trattato CE (in particolare degli articoli 28 e 30) gli Stati membri possono tuttavia mantenere o adottare disposizioni nazionali aggiuntive in materia di messa in servizio, installazione o uso, al fine di proteggere i lavoratori o gli altri utilizzatori o altri prodotti. Le disposizioni nazionali in questione non possono prevedere modifiche di un prodotto fabbricato conformemente alle disposizioni delle direttive applicabili.

Nuovo Approccio - Campo di applicazione - Immissione nel mercato e messa in servizio

 

Dichiarazione di conformità per la marcatura Ce