Nuovo Approccio - Campo di applicazione - Applicazione di piu' direttive - 2

La direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti si applica ai prodotti di consumo forniti durante l’attività commerciale a condizione che: il prodotto non sia disciplinato dalle direttive di nuovo approccio o da altre direttive comunitarie e tutti gli aspetti della sicurezza o le categorie di rischio non siano disciplinati dalle direttive di nuovo approccio o da altre direttive comunitarie.

La direttiva relativa alla sicurezza generale dei prodotti (2001/95/CE) tende a garantire che i prodotti di consumo immessi nel mercato non rappresentino un rischio alle condizioni di utilizzo normali o ragionevolmente prevedibili.

Essa impone che i produttori immettano sul mercato solo prodotti sicuri e forniscano informazioni sui rischi; gli Stati membri hanno l’obbligo di verificare i prodotti sul mercato e di informare la Commissione delle azioni adottate attraverso la procedura della clausola di salvaguardia o il sistema d’informazione per rischi gravi e immediati. La direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti disciplina i prodotti nuovi, di seconda mano o rimessi a nuovo destinati ai consumatori o suscettibili di essere utilizzati dai consumatori, forniti nell’ambito di un’attività commerciale.

Ai sensi di questa definizione i prodotti che rientrano nel campo di applicazione di varie direttive del nuovo approccio devono essere considerati come prodotti di consumo (ad esempio giocattoli, imbarcazioni da diporto, elettrodomestici di refrigerazione e, in certa misura, apparecchiature elettriche, apparecchi a gas, macchine, dispositivi di protezione individuale e attrezzature a pressione).

La direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti si applica nella misura in cui non esistono disposizioni specifiche nelle normative comunitarie riguardanti tutti gli aspetti legati alla sicurezza dei prodotti interessati. Inoltre, nel caso in cui norme specifiche del diritto comunitario contengano disposizioni relative solo ad alcuni aspetti della sicurezza dei prodotti o categorie di rischio per il prodotto interessato, tali disposizioni si applicano a detti prodotti solo per gli aspetti di sicurezza o per i rischi pertinenti.

In base a questa regola si privilegia l’applicazione delle direttive “Nuovo approccio” per tutti gli aspetti legati alla sicurezza e alle categorie di rischio del prodotto che esse disciplinano; infine, per i prodotti che rientrano nelle direttive del nuovo approccio, l’obiettivo è quello di coprire tutti i rischi prevedibili, eventualmente anche applicando contemporaneamente queste direttive e altre disposizioni in materia previste dalla normativa comunitaria.

I prodotti di consumo che esulano dal campo di applicazione delle direttive “Nuovo approccio” e di altra normativa comunitaria (ad esempio i prodotti che non rispondono alla definizione contenuta nella direttiva interessata, i prodotti usati e di seconda mano immessi originariamente nel mercato nella Comunità prima dell’entrata in vigore della direttiva e i prodotti riparati) rientrano nell’ambito della direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti qualora siano forniti nell’ambito di un’attività economica.

Le direttive del nuovo approccio non contemplano alcun sistema di scambio rapido di informazioni tra le autorità di vigilanza del mercato in situazioni di emergenza, ad esclusione del sistema di vigilanza introdotto dalle direttive sui vari tipi di dispositivi medici. Ne consegue che le disposizioni relative allo scambio rapido di informazioni sui pericoli, e le successive azioni adottate su scala comunitaria, si applicano ai prodotti di consumo che rientrano nel campo di applicazione delle direttive di nuovo approccio.

La direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti contiene disposizioni dettagliate sul controllo del mercato (articoli 5 e 6), che non sono direttamente applicabili nei settori disciplinati dalle direttive del nuovo approccio, ma che forniscono un modello riguardo agli obblighi e ai poteri necessari per effettuare il controllo del mercato, in particolare nell’ambito dei prodotti di consumo.

Nuovo Approccio - Campo di applicazione - Applicazione di più direttive - 2

 

Perizie tecniche asseverate sulla sicurezza delle macchine