Le direttive di Nuovo Approccio

Le direttive di nuovo approccio sono state adottate per per consentire una nuova stategia in materia di armonizzazione tecnica e normalizzazione: quindi un nuovo approccio alle materie suddette. Le direttive di nuovo approccio hanno consentito la creazione del mercato unico nei tempi previsti.

 

Il mercato unico è uno dei grandi traguardi raggiunti nel nostro tempo: questo spazio economico nel quali beni, servizi, capitali e persone possono circolare liberamente getta le basi della prosperità all’interno dell’Unione europea all’avvicinarsi del XXI secolo.

L’Unione europea ha concepito strumenti originali ed innovativi per eliminare gli ostacoli alla libera circolazione delle merci. Tra essi, un posto d’onore è riservato al nuovo approccio alla regolamentazione dei prodotti e all’approccio globale alla valutazione della conformità. Il filo che unisce questi approcci di tipo complementare è il fatto che entrambi riducono all’essenziale l’intervento pubblico e lasciano all’industria la più ampia scelta possibile delle modalità per soddisfare gli obblighi pubblici che le incombono.

Dal 1987 sono gradualmente entrate in vigore oltre 20 direttive adottate secondo i principi del nuovo approccio e dell’approccio globale. La gestione di ogni sistema innovativo solleva inevitabilmente domande: la prima guida destinata a rispondere ad alcune di esse risale al 1994 ed è stata ora aggiornata e rielaborata alla luce delle esperienze acquisite.

Ci auguriamo che la presente guida sia utile a tutti coloro che desiderino operare nel mercato unico e che serva da ausilio a chi ha il compito di gestire il mercato. Sarà inoltre uno strumento prezioso per i paesi candidati dell’Europa centrale e orientale che devono far proprio il nuovo approccio e l’approccio globale, nonché le direttive adottate secondo i loro principi. Ci auguriamo inoltre che contribuisca a far meglio comprendere tali metodi in altri paesi, inducendoli ad adottare principi analoghi.

Nel migliore dei casi una guida può solo delineare il significato, l’importanza e le conseguenze pratiche delle direttive di cui tratta, ma non può sostituirsi a un testo giuridico né modificare quanto stabilito dal legislatore. Può tuttavia illustrare il testo giuridico, rendendo note le prassi in vigore nell’Unione europea e le disposizioni del trattato della Comunità europea e del diritto derivato, compresa la giurisprudenza della Corte di giustizia.

La Commissione europea ha una posizione privilegiata in questo ed ha proceduto ad ampie consultazioni per la preparazione della guida, tenendo in attenta considerazione tutti i pareri pervenuti. Il testo è stato discusso con il Gruppo di alti funzionari per la normalizzazione e la politica di valutazione della conformità, che ha dato il proprio assenso alla pubblicazione. Per quanto possibile, essa raccoglie un ampio consenso e anche se non fornisce una risposta definitiva a tutte le domande, costituisce certamente un parere autorevole.

La guida è stata elaborata dalla direzione generale III - Industria in stretta collaborazione con altri servizi della Commissione e con il contributo di esperti degli Stati membri e di altre parti interessate.

Le direttive di Nuovo Approccio

 

Consulenza per le direttive europee (Ce) e il quadro normativo