Direttiva Prodotti da costruzione - Direttiva 89-106-CE

Direttiva CPD 89/106/CEE - Il benestare tecnico

Il “Benestare Tecnico Europeo” (in Inglese, European Technical Approval, in sigla ETA), è emesso dall’Organizzazione dell’EOTA ed è previsto dalle norme europee, deve intendersi come: “Valutazione tecnica favorevole dell’idoneità all’uso di un prodotto da costruzione per uno specifico impiego, basata sul soddisfacimento dei requisiti essenziali dell’Opera di costruzione nella quale il prodotto deve essere incorporato.”

 

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Obbligo delle norme armonizzate

Nella direttiva CPD 89/106/CEE, contrariamente ad altre direttive del nuovo approccio, in alcuni casi, per soddisfare i requisiti richiesti è obbligatorio utilizzare le norme armonizzate europee.

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Presunzione di conformita' CE

I prodotti che rispettano le Norme Nazionali di trasposizione delle Norme Armonizzate, i cui riferimenti siano stati pubblicati sul Giornale Ufficiale delle Comunità Europee, si presume rispettino i corrispondenti requisiti essenziali.

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Marcatura CE

La marcatura CE testimonia che il prodotto in questione è conforme a tutte le disposizioni applicabili (od ai Requisiti) della/e direttiva/e applicabile/i che prevedono la marcatura CE (requisiti essenziali, Specificazioni tecniche Europee (EN armonizzate o ETA), Disposizioni specifiche), e che il prodotto è stato oggetto dell’appropriata Procedura di attestazione della conformità prevista nella/e direttiva/e.

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Dichiarazione di conformita'

Per la marcatura CE di un prodotto da costruzione, la più importante pre-condizione per l’affissione del marchio CE su un prodotto da costruzione è la Dichiarazione di conformità per quel prodotto, sottoscritta da parte del produttore.

Segue
 

Marcatura CE avvertenze e segnalazioni di varia natura