Direttiva Prodotti da costruzione - Direttiva 89-106-CE

Direttiva CPD 89/106/CEE - Obbligo delle norme armonizzate

Nella direttiva CPD 89/106/CEE, contrariamente ad altre direttive del nuovo approccio, in alcuni casi, per soddisfare i requisiti richiesti è obbligatorio utilizzare le norme armonizzate europee.

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Sintesi

La sintesi della Direttiva CEE 89/106 sui prodotti da costruzione è una sorta di prefazione della normativa vera e propria.

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Dichiarazione di conformita'

Per la marcatura CE di un prodotto da costruzione, la più importante pre-condizione per l’affissione del marchio CE su un prodotto da costruzione è la Dichiarazione di conformità per quel prodotto, sottoscritta da parte del produttore.

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Il benestare tecnico

Il “Benestare Tecnico Europeo” (in Inglese, European Technical Approval, in sigla ETA), è emesso dall’Organizzazione dell’EOTA ed è previsto dalle norme europee, deve intendersi come: “Valutazione tecnica favorevole dell’idoneità all’uso di un prodotto da costruzione per uno specifico impiego, basata sul soddisfacimento dei requisiti essenziali dell’Opera di costruzione nella quale il prodotto deve essere incorporato.”

 

Segue

Direttiva CPD 89/106/CEE - Quando la marcatura CE e' obbligatoria

A differenza delle altre direttive di Nuovo Approccio, la marcatura CE è possibile soltanto nel caso di applicazione di una Norma Tecnica Europea (cfr. Articolo 4.2 della CPD, secondo comma, oltre quanto già riportato a tale proposito).

Segue
 

Dichiarazione di conformità per la marcatura Ce