Direttiva CPD 89/106/CEE - Il Comitato Permanente per la costruzione

Un importante ruolo nell’attuazione delle disposizioni della CPD è svolto dal Comitato Permanente per la costruzione. I Membri del SCC sono i Rappresentanti degli Stati Membri e la presidenza è assicurata da un Rappresentante della Commissione.

Possono essere invitati alle riunioni, in qualità di osservatori, anche i Rappresentanti degli Stati EFTA, così come quelli delle Federazioni Europee delle Imprese di costruzione e delle Industrie di settore, del CEN (e del CENELEC) e dell’EOTA, degli Organismi Notificati e dei Paesi candidati all’ingresso nell’UE, che sono già in fase di negoziato.

Il Comitato Permanente per la costruzione può prendere in esame qualsiasi argomento correlato all’attuazione ed all’applicazione pratica della CPD. Gli argomenti trattati erano inzialmente tecnicamente istruiti nel “Gruppo Preparatorio” (PG) del SCC, che era composto da esperti degli Stati Membri e da esperti invitati provenienti dall’ambito imprenditoriale ed industriale, così come dagli Organismi Europei che redigono le Specificazioni Tecniche Europee. In tempi recenti tale Gruppo Preparatorio non è stato più utilizzato.

Alcuni dei temi principali trattati nel recente passato dallo SCC hanno riguardato:

  • l’emissione dei documenti interpretativi,
  • la definizione dei Mandati agli Organismi Europei richiesti di redigere le Specificazioni Tecniche Europee, cioè CEN (e CENELEC) ed EOTA,
  • la decisione sui Sistemi di attestazione della conformità per i differenti prodotti da costruzione o famiglie di prodotti,
  • la redazione dei “Guidance Paper” (Documenti Guida) per definire la comune interpretazione degli Stati Membri e della Commissio ne per particolari argomenti attinenti l’attuazione e l’applicazione pratica della CPD,
  • la definizione delle classi di requisiti in tema di sicurezza all’incendio (euroclassi), ecc.

In generale il Comitato Permanente per la costruzione ha un ruolo consultivo nei confronti della Commissione, tuttavia, in relazione ad alcuni argomenti indicati nella CPD, esso riveste funzioni di Organismo di regolamentazione.

Gli argomenti che rientrano in quest’ultima area sono:

  1. l’approvazione dei documenti interpretativi,
  2. la definizione delle classi di requisiti,
  3. la decisione sui Sistemi di attestazione della conformità,
  4. il riconoscimento di Specificazioni Tecniche Nazionali (in sostituzione di Specificazioni Tecniche Europee).

La frequenza normale delle riunioni del Comitato Permanente per la costruzione è di quattro volte l’anno, in funzione dei carichi di lavoro.

Direttiva CPD 89/106/CEE - Il Comitato Permanente per la costruzione

 

Dichiarazione di conformità per la marcatura Ce